GIAN LUCA

"Viaggio da solo.

Sono un amante della solitudine e andar da solo per montagne o per luoghi desolati mi regala tutto un altro approccio con la vita."

Gian Luca Gasca (11 settembre 1991) reporter e scrittore di montagna nonché viaggiatore e cultore della montagna.

Amante dei viaggio con lo zaino in spalla nel 2014 inizia ad organizzare una traversata delle Alpi che lo ha portato a stravolgere la sua carriera cambiando completamente lavoro.

Nell'estate 2015 attraversa le Alpi in parte a piedi ed in parte con i mezzi pubblici. Impiega 54 giorni per andare da Trieste a Nizza e nel suo percorso "esplora" e raccoglie testimonianze di vita che oggi fanno parte del suo primo libro "54 giorni nel cuore delle Alpi" (Fusta, 2016).

Durante il 2016 scrive il suo primo libro dedicato alla storia dell'alpinismo "Nanga Parbat, la montagna leggendaria" (Alpine Studio, 2016) in cui racconta la storia della nona montagna del pianeta.

Sempre nel 2016 percorre gli Appennini con le stesse modalità utilizzate sulle Alpi. Un viaggio dalla Bocchetta di Altare alle Madonie attraverso l'Italia minore, quella che si muove lentamente e che pare sospesa nel tempo. Un viaggio raccontato nel suo libro "Mi sono perso in Appennino" (Ediciclo Editore, 2018).

Nell'estate del 2017 partendo da Torino raggiunge a piedi e con mezzi pubblici il K2, seconda vetta del pianeta. Un viaggio promosso e finanziato dal Club Alpino Italiano. Avventura raccontata nel suo ultimo libro "Destinazione K2" (Alpine Studio Editore, 2018).

Nel novembre 2019, insieme al regista Giacomo Piumatti, pedala dalla sorgente alla foce del Po realizzando un documentario che racconta la storia e il futuro del grande fiume.

Oltre ad essere uno scrittore di viaggi è attualmente collaboratore fisso di Montagna.tv e Meridiani Montagne. Svolge inoltre attività giornalistica freelance per testate specialistiche e generaliste. Nel corso del 2020 partecipa alla realizzazione della collana "I grandi alpinisti", in edicola con Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport, scrivendo i volumi dedicati a Krzysztof Wielicki, Jerzy Kukuczka e Daniele Nardi.

I MIEI LIBRI

cover destinazione K2.jpg